L come “La libreria di zia Charlotte.” (o T come Thomas Montasser)

Una sera qualunque, un’anziana libraia chiude il suo negozio e scompare nel nulla. In silenzio, lasciando come unica traccia un biglietto: “Sarà mia nipote Valerie a occuparsi di tutto”.

Comincia così l’avventura di Valerie, giovane neolaureata in economia aziendale, che si trova catapultata in un mondo a lei apparentemente estraneo, un’antica libreria, un “posto antidiluviano”, incomprensibile a suoi occhi e alla sua razionalità. Continua a leggere