L come “La Resa”. (o F come Fernando Coratelli)

_E’ l’11 giugno. Milano è sotto attacco terroristico. Quattro kamikaze si fanno saltare in aria, più o meno contemporaneamente, rispondendo così al volere di Allah in cambio dell’ingresso nel Paradiso Eterno, in altrettanti punti diversi della città: Cadorna, la fermata della linea gialla in Stazione Centrale, il quartiere finanziario e la questura. Nel giro di una manciata di minuti Milano è esplosa, è sommersa dalla polvere, dalle grida di terrore e disperazione di coloro che l’hanno scampata ma che hanno visto morire sotto i loro occhi persone care e non. Nel giro di una manciata di minuti Milano si spaventa, si paralizza e si ridesta in un mondo che non è più come prima, anche se il tempo continua a scorrere come se nulla fosse successo.

Frastornati dagli eventi e dal pensiero fisso “l’ho scampata per poco”, i quattro protagonisti di questo romanzo si ritrovano a fare i conti con le loro vite e cercare un nuovo senso. Continua a leggere

Annunci