“Devotion (perché scrivo).” (Patti Smith)

31Il 9 giugno Patti Smith si esibirà al Teatro Goldoni di Venezia dove presenterà “Words and Music”, un reading intervallato da alcuni dei suoi brani più famosi. Il giorno dopo sarà a Roma, all’Auditorium Parco della Musica per un concerto-evento che darà il via alla stagione estiva. Ovviamente io sarò a Milano, perché non sono stata in grado di procurarmi un biglietto per nessuna delle due date. Colpa mia, ho tergiversato quando invece non avrei dovuto perdere nemmeno un minuto. Continua a leggere

Annunci

“La carne.” (Cristò)

30Il mondo si è fermato a settanta anni fa. E’ tutto uguale, nessun progresso. Stesso cibo, stessa tecnologia, stessi programmi in televisione.

Un vecchio ottantenne ricorda com’era il mondo quando aveva otto anni, ricorda come si viveva prima di quel giorno sullo scivolo dell’acqua park, quando tutto cambiò per sempre. Ricorda che si viveva e che si moriva, che si aveva la certezza della vita e della morte. Adesso invece non si sa. Continua a leggere

“La libreria della rue Charras.” (Kaouther Adimi)

29Algeri, 2017, sulla vetrina di un negozio sito all’altezza di quello che un tempo fu il civico 2 bis della rue Charras, oggi rue Hamani, campeggia la scritta “Un uomo che legge ne vale due”. Lì dentro si nasconde una Storia importante, che ha sconvolto il mondo, la storia di un uomo, che nel 1936, di ritorno da un viaggio a Parigi, all’età di vent’anni e pieno di entusiasmo, intraprende la grande avventura di aprire una libreria-casa editrice con l’intento di pubblicare opere di scrittori provenienti da tutte e due le sponde del Mediterraneo, abbattendo così qualunque barriera di lingua, nazionalità e religione. Continua a leggere

“Le Case del malcontento.” (Sacha Naspini)

28Sacha Naspini e il suo Le Case del malcontento sono stati per me una fantastica rivelazione. Non conoscevo l’autore e non avevo mai letto nulla prima di questo romanzo, e adesso so che andrò a recuperare il più possibile, perché sono stata veramente conquistata dal suo stile brillante e coinvolgente.

Le Case del malcontento è un lavoro geniale, che, con una lingua che si sente parlare e di cui si riesce a cogliere ogni sfumatura, sorprende pagina dopo pagina, svelando segreti inimmaginabili, prendendo pieghe che più di una volta lasciano senza fiato, e portando alla luce ombre delle quali non si era nemmeno colta l’esistenza. Continua a leggere

“Zucchero nero.” (Miguel Bonnefoy)

27Tra le paludi di mangrovie dei Caraibi naufraga il vascello del pirata Henry Morgan, incagliandosi tra le cime degli alberi e sprofondando nella vegetazione, trascinando con sé pirata, equipaggio e un tesoro dal valore incalcolabile: oro, dobloni, pietre preziose, monili, statue, bauli intarsiati, stoffe pregiate e tutto ciò che si possa immaginare.

Tre secoli dopo, sopra i resti del vascello fantasma, sorge un villaggio piccolo ed isolato, ancora ignaro della leggenda del tesoro nascosto, dove la famiglia Otero sarà per lunghi anni la protagonista di una storia avventurosa e segnata da un ingovernabile destino. Continua a leggere