I come “Il morso.” (o S come Simona Lo Iacono)


il_morso_01Sapevo che avrei amato questo libro senza alcuna riserva ancora prima di averlo tra le mani. Simona Lo Iacono, dopo “Le streghe di Lenzavacche” e “Il morso”, si conferma tra i miei scrittori preferiti. Il suo stile, il suo linguaggio ricco ed elegante, le permette di catturare il lettore tra le trame di un ricamo filato in oro.

Lucia Salvo è una ragazza di 16 anni, conosciuta da tutti come la “babba”, la pazza, a causa delle ripetute crisi epilettiche che la colpiscono frequentemente e all’improvviso facendole perdere coscienza. Siamo in Sicilia, è il 1847, la parola epilessia non era ancora conosciuta e nemmeno il suo significato. Le crisi venivano indicate per lo più come “il fatto”, qualcosa di cui non si poteva e non si doveva parlare. “Il fatto” aleggia sulla vita di Lucia come un’ombra oscura e le fa guadagnare, appunto, la nomea di “babba”, pazza. Partiamo da Siracusa, dove Lucia vive con la mamma e arriviamo a Palermo, dove viene mandata a servizio presso la casa dei conti Ramacca, con il consiglio di non esitare a concedersi al Conte figlio qualora lui ne manifestasse il desiderio.

Ci troviamo così di fronte ad una serie di personaggi che, nelle loro singolari caratteristiche, compongono un quadro d’eccellenza che fa da sfondo e tiene insieme le vicende di Lucia la babba, dal suo arrivo a Palermo fino alla sua cattura e chiusura nella Real Casa dei Pazzi, inconsapevole eroina di quella rivoluzione siciliana del 1848 che diede il via alle numerose insurrezioni popolari che segnarono l’Europa in quell’anno fatidico.

Ispirata ad un personaggio realmente esistito (quella Lucia che si fingeva pazza per consegnare messaggi segreti ai rivoluzionari prigionieri) questa Lucia, Lucia la “babba”, così fragile se pur determinata, con questa sua storia di una struggente bellezza, non potrà far altro che farvi innamorare.

Simona Lo Iacono, che è stata in #scatolalilla sabato 20 maggio, magistralmente moderata da Anna Pavone, la stessa Anna di “Vento traverso”, sta girando l’Italia per presentare questo suo capolavoro. Vi auguro di avere, come me, la fortuna di poterla incontrare e di poter ascoltare questa storia direttamente dalla sua voce. Ne rimarrete incantati.

” Se chiedete in giro, non vi diranno che ho un nome. Non vi diranno neanche che ho mente e lingua. Scrolleranno le spalle con insofferenza, qualcuno con pietà. Sorrideranno, altri. Vi riferiranno che, forse, un tempo capivo. Che, forse, babba ci sono diventata. La vita, diranno. I dolori, i parti, le morti.”

IL MORSO – SIMONA LO IACONO

NERI POZZA

PREZZO DI COPERTINA: € 16,50

Compratelo qui, in #scatolalilla!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...