N come “Nessuno scompare davvero”. (0 C come Catherine Lacey) #ibc16 n° 2


NESSUNO SCOMPARE DAVVERODovessi raccontare a qualcuno questo libro in poche parole, così, di pancia, direi solo che Elyria, ad un certo punto, non ce la fa più, quindi, niente, prende e molla tutto. Parte così, verso la Nuova Zelanda, abbandonando la sua ordinaria e comoda vita, un lavoro sicuro, un matrimonio “normale”, un appartamento a New York , senza un motivo apparente, e se ne va alla ricerca di…di niente…ha solo voglia di starsene un po’ in pace, da sola, di non dover per forza parlare, fare, sbrigare cose con qualcuno, per qualcuno. Niente. Della serie “lasciatemi in pace, non chiedo altro”, “mollatemi”.

Ovviamente sarebbe riduttivo.

Elyria ha un “bufalo riottoso” imprigionato dentro di lei, che fa fatica a tenere a bada e che sembra darsi una calmata solo quando decide di mollare tutto.

Elyria ha una madre alcolizzata, un padre di cui non si percepisce nemmeno la presenza, una sorella adottiva morta suicida e un marito che era il professore del quale la sorella era l’assistente, che, a sua volta, ha perso la madre in circostanze poco chiare e che lei, nel suo viaggio reale e introspettivo, chiama sempre Marito.

Trascorre mesi in giro in autostop per la Nuova Zelanda, incrociando vite e posti, alla ricerca della sua destinazione, del suo angolo nel mondo nel quale poter trovare una collocazione che non le chieda nulla, che non pretenda nulla da lei, se non un silenzioso vivere nel reciproco rispetto, un posto dove nessuno abbia bisogno di lei, dove lei non debba essere indispensabile.

Questo viaggio ad alta voce, narrato in prima persona, mi è piaciuto molto, mi ha disturbata e conquistata. La linea sottile che divide le nostre vite tra la superficie fragile e apparente di ciò che mostriamo e il casino invisibile di ciò che realmente siamo. Il ruggito implacabile della belva che ci portiamo nel petto. La necessità del silenzio, dentro e fuori.

Un romanzo d’esordio che mi ha realmente appassionato.

“Nessuno scompare davvero” è il mio 2° libro acquistato per l’Italian Book Challenge, appartenente alla categoria n° 2 –  un libro pubblicato da una casa editrice indipendente. La corsa continua, a rilento, ma continua! E giuro di non fare la “psycho”, non andrò per forza in ordine di categorie, lo giuro!

NESSUNO SCOMPARE DAVVERO – CATHERINE LACEY

EDIZIONI – SUR – COLLANA BIGSUR – #5

TRADUZIONE DI: Teresa Ciuffoletti

PREZZO DI COPERTINA: € 16,50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...