S come “Statti attento da me” (o A come Amleto De Silva)


Statti-attento-da-me“Statti attento da me” è un libro che ti prende fin dalla prima riga.

Senza troppi convenevoli e senza troppi fronzoli (inizia tutto con una sega che Totonno, uno dei protagonisti, si ritrova quasi inspiegabilmente a farsi davanti alla finestra della cucina, incurante di chiunque lo possa vedere) ti catapulta nelle vicende di cinque personaggi che apparentemente non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro, infatti all’inizio sembra che le storie di ciascuno di loro siano completamente slegate l’una dall’altra, come racconti indipendenti.

In realtà, l’incastro è perfetto e, pagina dopo pagina, tutto torna, tutto si combina in un intreccio imprescindibile.

Ti cattura, ti fa sorridere, ti fa pensare. Poichè dietro la satira, che Amleto De Silva dirige magistralmente, c’è l’analisi chirurgia di un’Italia che si sta autodistruggendo. Come riportato in quarta di copertina, “Statti attento da me” è soprattutto la sua personale battaglia contro i pennivendoli, i cazzabbubboli, le fighette del giornalismo italiano; il suo dolore, l’amarezza per una società che ha perso i propri valori.

Vi consiglio spassionatamente di leggere il suo blog, www.amlo.it, per me è ormai un appuntamento quotidiano. Se sarete capaci di ricordavi che si tratta di satira, di pezzi comici e di argomenti portati all’ennesima potenza, non solo vi farete delle grandi risate e comincerete bene le vostre giornate, ma avrete anche l’occasione di osservare un punto di vista magari diverso dal vostro, ma che vi darà l’opportunità di cambiare prospettiva su un sacco di cose.

Amleto scrive, scrive bene e sa andare dritto al punto. Inoltre, da molto tempo, è un vignettista, per CUORE, MUSICA di “Repubblica” (a cui non risparmia continue coltellate!) e “Il Diavolo”, per SMEMORANDA. Nel 2000 ha vinto il premio satira a Forte dei Marmi. E’ anche un autore teatrale per Enrico Montesano. Il libro, edito da ‘round midnight edizioni, lo trovate qui e anche qui e anche ovunque abbiate voglia di cercarlo. E io ve lo consiglio di cuore.

“Che quelli i guai sono come gli aspirapolvere, se sei una persona pulita ogni tanto li devi passare per forza”

Amleto De Silva, “Statti attento da me”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...